Attestato di prestazione energetica e comodato d’uso

contratto[1]Attestato di prestazione energetica e comodato d’uso. Il comodato d’uso gratuito spesso viene associato alla locazione, ne consegue che, essendo la certificazione energetica necessaria ai fini della locazione in molti ne deducano che in caso di comodato d’uso, essendo una forma particolare di locazione, sia necessario produrre l’attestato di prestazione energetica. Non è così.
A chiarire questo aspetto, che non è trattato direttamente dalla legislazione in materia, è intervenuto il Consiglio Nazionale del Notariato, nella sua guida operativa 2014 sulla certificazione energetica, scaricabile qui: Guida Operativa 2014 Notariato APE
Secondo il Notariato, infatti:
“Non si applica la disciplina in tema di certificazione energetica agli atti senza effetti traslativi, mancando in questo caso la sollecitazione del mercato immobiliare. Tali atti, pertanto, non sono soggetti né all’obbligo di DOTAZIONE, né all’obbligo di ALLEGAZIONE né all’obbligo di CONSEGNA e né all’obbligo di INFORMATIVA. Trattasi, a titolo esemplificativo, dei seguenti atti:
– Fondo patrimoniale;
– Comodato;
– Trust;
– Vincolo di destinazione ex art. 2645ter c.c.;
– Divisione;
– Identificazione catastale;
– Costituzione di ipoteche;
– Costituzione di servitù (e relative rinunce);
– Fusione e scissione societaria;
– Trasformazioni societarie;
– Cessioni di azioni, quote e partecipazioni di società proprietarie di immobili.”

Questa voce è stata pubblicata in Certificazione Energetica, Prestazione Energetica e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.